lunedì, 6 Febbraio 2023
Home / Catechesi / EDITORIALE GIUGNO 2022 (Fontana del villaggio) Titolo: “Una primavera nuova”.

EDITORIALE GIUGNO 2022 (Fontana del villaggio) Titolo: “Una primavera nuova”.


Stiamo vivendo un momento che possiamo paragonare ad una primavera nuova.
È vero: Sta per iniziare l’estate, ma usare il termine “primavera” è
un paragone per quanto riguarda il tempo di Pasqua che sta per concludersi, sia per quanto riguarda la speranza del nuovo che verrà.
Ci stiamo preparando alla festa della Madonna della Pietra e ci soffermeremo, in particolare, su due eventi .

  • All’inizio del mese di agosto, con la festa del 30^ anniversario del santuario ( precisamente all’inizio di apertura al culto )
  • Festa degli emigrati preceduta dal giro con l’effige della Madonna della Pietra in tutta la parrocchia, come ringraziamento per questo passaggio graduale alla “normalità”.
    La festa del 21 agosto, sarà preceduta dalla novena.
    In questo tempo i nostri animi si rallegrano per il nuovo, per quel
    nuovo che vivono i nostri fanciulli della Prima Comunione per l’inizio di un cammino sempre più fortificato dall’accostarsi a Gesù Eucarestia e dalla vitalità della fede.
    Nel vangelo, Gesù riprende più volte :
    ” Se non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli”.
    Questa meraviglia della primavera: La speranza di essere amati innanzitutto.
    Solo in un amore vero, l’uomo comprende che il cammino ha una meta e non si lascia ingannare dai falsi indicatori stradali.
    Vive in avanti e fa si che il vento dello Spirito soffia sulle nostre vele.
    L’anima è una specie di barca a vela, lo Spirito Santo è il vento che soffia nella vela per farla andare avanti, gli impulsi e le spinte del vento sono i doni dello Spirito. Senza la sua spinta, senza la sua grazia, noi non andiamo avanti”.(Papa Francesco)
    Viviamo allora con ottimismo!
    IlCard. Tisserant , con parole simili, diceva:
    ”L’ottimista è colui che vede occasioni in ogni evento”.
    Il tempo della pandemia è stato ed è ancora l’occasione per riscoprirci come Chiesa in cammino.
    “La pandemia è una crisi e da una crisi non si esce uguali: O usciamo migliori o usciamo peggiori. Noi dovremmo uscire migliori, per migliorare le ingiustizie sociali e il degrado ambientale. Oggi abbiamo un’occasione per costruire qualcosa di diverso”. (Papa Francesco)
    Ecco il nostro diverso: Vivere la nostra fede nella fiducia di una compagnia, come lo è quella della Madonna.
    Ci affidiamo a Lei, così come un figlio trova nella certezza di una madre il suo porto dove approdare la nave della sua vita. Celia Roberto