lunedì, 30 Gennaio 2023
Home / Catechesi / La valigia

La valigia

Un uomo morì. Appena varcata la soglia dell’aldilà vide Dio, con una valigia, che gli veniva incontro.
E Dio disse:Figlio, è ora di andare.
L’uomo stupito domandò:

Di già? Così presto? Avevo tanti progetti…

Mi dispiace ma è giunta l’ora della tua partenza.
E si incamminarono. Curioso l’uomo chiese a Dio:

Cosa porti nella valigia?
E Dio gli rispose:

Ciò che ti appartiene.

Quello che mi appartiene? Porti le mie cose, i miei vestiti, i miei soldi?
Dio rispose:

Quelle cose non ti sono mai appartenute, erano del mondo.

Porti i miei ricordi?

Quelli non ti sono mai appartenuti, erano del tempo.

Porti i miei talenti?

Quelli non ti sono mai appartenuti, erano delle circostanze.

Porti i miei amici, i miei familiari?

Mi dispiace, loro mai ti sono appartenuti, erano compagni di viaggio.

Porti mia moglie e i miei figli?

Loro non ti sono mai appartenuti. Ti sono stati solo affidati.

Porti il mio corpo?

Non ti è mai appartenuto. Era della polvere.

Allora porti la mia anima?

No, l’anima è mia.
Allora l’uomo, di scatto, afferrò la valigia per guardarvi dentro e, con le lacrime agli occhi disse:

Ma è vuota! Allora non ho mai avuto niente?

Beh, le cose materiali, per cui hai tanto lottato, non puoi portarle con te. Il vero bene della vita è il tempo. Ecco perché non dovevi sprecarlo ma impegnarlo per prepararti alla vita eterna, accumulando l’unico tesoro che ha valore nel mio Regno: i tuoi gesti di amore. Il resto non conta nulla.

Questo è quanto ci raccomanda il Signore, con tutto il suo cuore:
“Non accumulate per voi tesori sulla terra; accumulate invece per voi tesori in cielo” (Mt 6,19-20)