BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
giovedì, 26 Maggio 2022
Home / Catechesi / Piccole riflessioni su san Francesco Saverio

Piccole riflessioni su san Francesco Saverio

Se Francesco voleva fare un po’ di conti, si accorgeva che un giorno su due della sua vita era praticamente inutile, affidato al caso. Ma quando una giornata si annunciava vuota o perduta, egli si diceva: «Inutile angustiarsi, il Signore vuole questa giornata tutta per sé», e la passava in preghiera. Quando, invece, era sopraffatto dal lavoro, pregava la notte, per lunghe ore. Gli riusciva quello che riesce soltanto ai Santi: la sua preghiera notturna diventava il suo sonno, e il suo sonno diventava preghiera notturna. Dicevano di lui che «durante il giorno apparteneva totalmente agli uomini, la notte apparteneva totalmente a Dio…». (Biografia di San Francesco Saverio di Antonio Maria Sicari)