martedì, 7 Febbraio 2023
Home / Catechesi / L’ultima parola non è la morte (Anthony Bloom)

L’ultima parola non è la morte (Anthony Bloom)


La protagonista di questa storia vera ci credeva sul serio. Durante la seconda guerra mondiale, una monaca russa, madre Maria, fu imprigionata dai nazisti in un campo di concentramento.
Un giorno era presente a un appello nel quale venivano sorteggiate le donne destinate alla camera a gas. Una di queste condannate – una ragazza ancora giovane – urlava in preda alla disperazione: fino a quel momento, aveva nutrito la speranza di riuscire a sopravvivere e di conoscere ancora la libertà e la gioia di vivere.
Madre Maria, non riuscendo a sostituirla, le si avvicinò e le disse: «Non piangere. L’ultima parola non è la morte, ma la vita. Ne sono talmente sicura che verrò con te nella camera a gas».
Si unì alle condannate ed entrò con loro per morirvi.