venerdì, 1 Marzo 2024
Home / Catechesi / OMELIA FESTA SAN NICOLA – 6 DICEMBRE 2023

OMELIA FESTA SAN NICOLA – 6 DICEMBRE 2023


La festa di san Nicola è la festa che ci fa sentire già il gusto del Natale che sta per arrivare.
Anche se mancano 20 giorni , si avverte l’ara di festa, il bello dell’attesa.
Oggi celebriamo uno dei santi più venerati nella Chiesa non solo cattolica ma, soprattutto, in quella ortodossa.
In tante nazioni è anche la festa del dono dei regali natalizi.
Ogni anno, come Comunità parrocchiale, ci impegniamo a dare maggior rilievo a queste feste pre-natalizie: Dall’Immacolata alla festa di santa Lucia.
Sono feste che ci ricordano la bontà di Dio e la nostra vocazione alla santità.
San Nicola è venerato da tanti secoli per i suoi miracoli. Il Miracolo è una grazia che Dio ci concede tramite i santi e ci dimostra che non ci lascia soli.
“Nasciamo tutti dotati dalla facoltà di vedere il miracoloso. Non vederlo è una scelta “.(Mccarthy)
San Nicola era un pastore (vescovo) e, come tutti i pastori, anche il nostro vescovo, guidano le Comunità alla verità.
In questo periodo storico il rifiuto delle autorità e la ricerca di una verità effimera o accomodante ci fa capire quanto sia difficile comunicare un messaggio.
I pastori legati alla Chiesa diventano testimoni e punto di riferimento e ci aiutano a vivere il secondo passaggio “la vocazione alla santità”.
Ognuno di noi è chiamato alla santità.
Il santo nel 300 ha vissuto un periodo di forte persecuzione contro i cristiani. Oltre a confortare i fratelli nella fede, è stato un uomo di carità.
Noi viviamo il gesto della caritativa, a ricordo di ciò che egli fece allora.
La santità è vivere questa passione per l’altro, amare e camminare insieme verso la verità.
Cos’è questa verità? È una persona: Cristo.
È il senso della mia vita.
“Il problema non sta tanto nell’avere di che vivere, ma nel sapere per cosa vivere “. (Abbè Pierre)
Viviamo questa festa come inizio di un cammino di gioia verso il Natale!
Tra i tanti miracoli del santo, quello più conosciuto è la dote alla tre fanciulle che avrebbero dovuto intraprendere la via della prostituzione perché erano povere.
Quale dote oggi san Nicola dà ai nostri adolescenti?
Ho pensato di proporre questo pensiero di Nice: “Mai come oggi tutto l’ambiente che lo circonda sembra dire all’adolescente: “Riposati, anitra domestica. Godi di ingrassare, ma non tentare ancora di aprire le ali”.