lunedì, 22 Aprile 2024
Home / Catechesi / Test del missionario (don Paolo Nagari)

Test del missionario (don Paolo Nagari)

Da ogni parte si afferma che tutti siamo missionari, che la Chiesa per sua natura è missionaria, che esistiamo per evangelizzare.
Mettiti in discussione con il seguente test.

Ho orecchie:

  • aperte a chi mi parla di lieto annuncio di Gesù
  • tese all’inaudito di Dio
  • pulite per non essere di freno all’urto dirompente
  • fini per lasciar passare i sussurri misteriosi
  • libere dal tampone del preconcetto
  • liberate da virus velenosi e dal pensiero dominante di oggi.

Ho labbra:

  • dolci grazie all’abitudinaria frequenza del buon sapore della Parola
  • vere, pronte alla fermezza della verità
  • sciolte, non tacciono il nome di Gesù, fonte del mio agire
  • attraenti, invitano ad un sincero dialogo evangelico-caritativo.

Ho ginocchia:

  • robuste, allenate alla frequenza del tabernacolo, per smuovere il cuore di Dio
  • elastiche per abbassarsi davanti al fratello bisognoso
  • agili per lanciare più in alto la gioia e la speranza
  • umili per rimanere in terreni scomodi.

Ho piedi:

  • sensibili e capaci di tornare indietro, come i discepoli di Emmaus
  • veloci e capaci di andare rapidamente da chi ha bisogno, come Maria da Elisabetta
  • allenàti per andare su ogni tipo di terreno vicino o lontano
  • pronti a partire ad ogni invio parrocchiale o extra.