BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
domenica, 29 Maggio 2022
Home / Catechesi / L’ateo e la rupe

L’ateo e la rupe

Un ateo precipitò da una rupe. Mentre rotolava giù, riuscì ad afferrare il ramo di un alberello, e rimase sospeso fra il cielo e le rocce trecento metri più sotto, consapevole di non poter resistere a lungo. Allora ebbe un’idea. “Dio!”, gridò con quanto fiato aveva in gola. Silenzio! Nessuna risposta.
“Dio!”, gridò di nuovo. “Se esisti, salvami e io ti prometto che crederò in te e insegnerò agli altri a credere”. Ancora silenzio! Subito dopo fu lì lì per mollare la presa dallo spavento, nell’udire una voce possente che rimbombava nel burrone: “Dicono tutti così quando sono nei pasticci”.
“No, Dio, no!” egli urlò, rincuorato. “Io non sono come gli altri. Non vedi che ho già cominciato a credere, poiché sono riuscito a sentire la tua voce? Ora non devi far altro che salvarmi e io proclamerò il tuo nome fino ai confini della terra”.
“Va bene”, disse la voce. “Ti salverò. Staccati dal ramo”.
“Staccarmi dal ramo?”, strillò l’uomo sconvolto. “Non sono mica matto!”.