giovedì, 2 Febbraio 2023
Home / Catechesi / OMELIA FESTA MADONNA DELLA PIETRA – SABATO SERA 21 agosto 2021

OMELIA FESTA MADONNA DELLA PIETRA – SABATO SERA 21 agosto 2021


Oggi, nel celebrare la vigilia della festa della Madonna della Pietra, viviamo questo momento comunitario, per offrire alla Madonna innanzi tutto il nostro grazie.
L’attore Benigni diceva:”Maria è la bellezza di una donna straordinaria.La bellezza è che quella donna lì, gli garba a Dio, gli piace.Si sente che c’è un amore totale; è innamorato di Maria…”
Noi viviamo questo amore ogni volta che poniamo lo sguardo a Colei che nel dono del Figlio, ci offre la certezza della salvezza.
L’amore della Madonna è un amore che si è fatto comunione con l’uomo, con ogni singolo uomo.
Ci rivolgiamo a Lei nel momento del bisogno. A Lei offriamo anche la gioia di essere amati.Pensate in particolare a tutte quelle madri che hanno dato il nome di Maria alle loro figlie, perché hanno desiderato consacrarle a Lei.Celebrare il Battesimo in quel santuario o in altri luoghi, non significa che la presenza sia legata ad un mattone o ad una statua statua.
Molte madri hanno condiviso quella gioia preceduta dalla preoccupazione del prima, eppure non ci si sente mai smarriti se viviamo in Lei questo amore che, passo dopo passo, costruisce un cammino.
Affidate a Maria tutto ciò che siete, tutto ciò che avete, e così riuscirete ad essere uno strumento della misericordia e della tenerezza di Dio per i vostri familiari, i vostri vicini e amici”.(Papa Francesco)
Siamo testimoni di misericordia.Siamo accoglienza di un figlio che dopo aver desiderato lasciare la propria casa, ha deciso di ritornare. Come il Padre che vede il figliol prodigo ritornare, gli corre incontro, lo abbraccia, lo riveste, fa festa con il vitello grasso e invita il fratello maggiore a condividere la gioia di essere famiglia, di essere comunità in comunione.
«Nelle lacrime di una mamma, li c’è il dolore della Vergine». Per veder piangere la Madonna non è necessario far molta strada, né interrogare questi o quelli che hanno veduto alla Salette, a Fatima, a Siracusa… Ogni qualvolta vedo una mamma piangere – ed è un fatto di tutti i giorni – vedo piangere la Madonna”.(Primo Mazzolari)
Fin da piccoli ci hanno insegnato l’amore per Maria, quell’amore materno a cui ci affidiamo per la certezza di una presenza reale nel nostro cammino che hanno testimoniato le nostre madri. Abbiamo fatto esperienza di ciò.
“La madre difende la carne sua, il cuore del corpo suo. Soffre di più la Madonna ai piedi della croce, che il Figlio crocefisso”.(Elsa Morante)
Pensiamo a tutte quelle madri che piangono accanto al letto dei propri figli ammalati, a quelle chepiangono per la gioia della prima Comunione o del matrimonio, alla gioia nascosta di quando diventano nonne.
In un passo dell’opera teatrale “Processo a Gesù” di Fabris mi colpiva il dialogo di una mamma e alle parole del figlio diventato, poi, terrorista.”Quando ho iniziato a non capire più quello che diceva mio figlio, allora ho capito di averlo perso”.
L’amore vero e totale che viviamo con la Madonna è il mettersi in dialogo con Lei.
Non temere di essere figlio, perché una Madre sa porsi sempre in ascolto!